Febal Casa: un retail di successo

Febal Casa, con il suo Flagship Store in Via Fatebenefratelli 18, si presenta ai clienti e progettisti con un approccio innovativo garantendo soluzioni su misura e chiavi in mano grazie a professionisti della consulenza. Un luogo che, nei suoi oltre 200 metri quadri, offre un progetto di show apartments per vedere e toccare con mano soluzioni all’avanguardia in un contesto intimo di casa. Del metodo total living, del progetto Housing & Hospitality Division, di design accessibile e di innovazione legata all’introduzione di AI per migliorare l’efficienza produttiva abbiamo parlato con Massimo Moroni, Direttore Commerciale del Gruppo Colombini. 

Quali sono gli obiettivi a medio e lungo termine che vi siete prefissati di perseguire? 

Febal Casa è una formula retail di successo, un modello vincente e unico sul mercato perché propone un approccio total living: i consulenti di interior all’interno dei punti vendita Febal Casa seguono infatti il cliente nella progettazione integrata e armonica di tutta la loro casa. Design accessibile, elevata qualità, bellezza ed eleganza sono infatti i tratti distintivi del mondo Febal Casa. Vogliamo consolidare ulteriormente la nostra posizione nel mercato nazionale e continuare a crescere all’estero. Nel 2021 abbiamo aperto la filiale USA, un flagship store Febal Casa a Dubai e prevediamo di continuare lo sviluppo nel Middle East e in Cina, oltre ad alcuni paesi chiave in Europa.

Oggi il brand è presente con circa 200 store monomarca nel mondo e prevediamo di arrivare a 300 negozi entro la fine del 2025. Il nostro piano di crescita procede velocemente, sia in termini di sviluppo commerciale che di prodotto, con grande attenzione alla sostenibilità. Sostenibilità significa per noi trovare nuovi percorsi nel rispetto della pluralità dei bisogni dei clienti. Per quanto riguarda il prodotto, questo si traduce in un’attenta ricerca dei materiali, nella continua innovazione e ottimizzazione dei processi produttivi e nella progettazione di soluzioni smart che offrono anche un concreto valore aggiunto ai clienti. Siamo anche tra i promotori del progetto Furniture Pact, un percorso ideato dal Sustainability Lab di SDA Bocconi School of Management volto a supportare le aziende della filiera del legno-arredo verso l’adozione di modelli gestionali sempre più sostenibili.

Una delle vostre peculiarità è la progettazione su misura, versatile e scalabile. In che modo impatta sui processi di produzione e come gli stessi vengono ottimizzati? 

La progettazione è un elemento fondamentale e nel nostro DNA, sia nel segmento delle cucine che per gli arredi di tutta la casa, in linea con la nostra filosofia e le nostre proposte total living. Siamo in grado di offrire ai nostri clienti soluzioni modulabili e personalizzabili in grado di creare uno stile ritagliato su misura in base alle singole esigenze e al gusto personale. 

L’accuratezza nella progettazione e nel design va di pari passo con processi estremamente industrializzati. Abbiamo introdotto un sistema di Intelligenza Artificiale per l’ottimizzazione della gestione delle commesse, con l’obiettivo di migliorare l’efficienza del ciclo produttivo, in particolare la gestione della capacità produttiva degli stabilimenti e i tempi di realizzazione dei prodotti, con un approccio sempre più orientato alla sostenibilità. Promettenti i risultati, sia in termini di efficacia che di efficienza: il rispetto della “data di promessa consegna degli ordini” è aumentato del 14% e le perdite, intese come sovra o sottoutilizzo rispetto alla capacità produttiva, sono state ridotte del 20%, percentuali che su base annua si traducono in consistenti risparmi.

Ricerca e sviluppo sono due keywords del DNA di Febal Casa, in che modo e ambito vengono enfatizzate all’interno e al di fuori dell’azienda? 

I fattori di successo che hanno determinato il nostro sviluppo sono rappresentati, prima di tutto, dall’assetto valoriale che abbiamo sempre avuto chiaro, legato al rispetto e alla cura nei confronti dei collaboratori, dei partner, dei fornitori e dei clienti finali e poi dalla tenacia e la visione strategica degli imprenditori.
Un secondo elemento è la propensione all’investimento in ricerca di prodotto, di processo e in tecnologia. Abbiamo concepito le nostre fabbriche cercando di ottenere il massimo nel rapporto tra prodotti industrializzabili, qualità percepita e accessibile. Negli ultimi anni abbiamo fatto grandi investimenti per avere macchinari di ultima generazione e strumenti di controllo supportati da sistemi di AI, che ci hanno consentito di aumentare la nostra efficienza in modo sempre più sostenibile. 

E poi il design italiano creato sulle esigenze del cliente, la versatilità, l’attenzione e cura per i dettagli, i servizi di assistenza e soprattutto la qualità. Oggi un prodotto di qualità, oltre ad essere bello e ben realizzato, deve durare. Avere prodotti che si consumano in fretta non è etico.
Per noi qualità significa migliorare costantemente la gestione di tutto il processo produttivo. Il nostro sistema produttivo è fortemente automatizzato e totalmente integrato, dall’ordine presso i punti vendita monomarca e multi marca alla progettazione, alla realizzazione fino alla consegna e installazione. 

Qualità è garanzia di velocità ed efficacia dei servizi di vendita, produzione e post vendita. Qualità significa utilizzare l’innovazione anche a supporto della sostenibilità dei processi produttivi: grazie a un software che gestisce le informazioni e ottimizza sprechi, scarti e sfridi riusciamo a ridurre l’impatto sull’ambiente, recuperando e reimmettendo gli scarti nel processo produttivo.
Il nostro approccio punta, infine, a promuovere qualità e ulteriore sviluppo attraverso l’innovazione tecnologica, fondamentale per rispondere in maniera efficace alle nuove sfide di mercato.

Durante la Milano Design Week 2022 avete previsto molte iniziative e attività a promozione dello store in Brera. Come avete cambiato negli anni l’approccio, in termini di spazio, concept e funzionalità, al concetto di spazio commerciale? 

I nostri show room propongono un progetto abitativo completo, dalla cucina alla zona giorno alla zona notte, un vero e proprio total living che utilizza ed esalta gli spazi. Il cliente troverà in Febal Casa arredatori capaci di disegnare e progettare la propria casa con omogeneità di stile e armonia tra gli spazi.
Le esperienze che si possono fare nei nostri spazi commerciali sono molteplici e molto immersive; l’offerta è esaustiva, altamente di tendenza e in linea con il trend attuale delle richieste del mercato, con la possibilità di creare uno stile ritagliato su misura grazie ad arredamenti modulabili e a una varietà di finiture che garantiscono un’ampia possibilità di personalizzazione degli ambienti.
All’interno dei negozi Febal Casa, inoltre, i clienti possono usufruire, in un’area tecnica creata ad hoc, di un servizio di consulenza e progettazione di alta qualità, visionare interi campionari e scegliere tra le diverse proposte personalizzate di arredo. 

È corretto parlare di spazi multifunzionali orientati all’esperienza per il consumatore finale o luoghi di incontro per i professionisti? 

In ottica di continua evoluzione dei nostri showroom e dell’esperienza dei nostri clienti, abbiamo presentato a Milano durante il Salone del Mobile 2022 Housing & Hospitality Division, un nuovo progetto di show apartments ideato per dare la possibilità ai clienti finali di visionare le nuove proposte e le innovative soluzioni Febal Casa in un vero e proprio appartamento. Al contempo, per i professionisti lo spazio è in grado di mostrare le soluzioni chiavi in mano del brand, dalla cucina, alle zone giorno e notte fino alle camerette, per ogni tipologia di progetto: da grandi appartamenti arredati con design ricercato, a piccoli spazi curati in ogni dettaglio per le realtà metropolitane.
I due show apartments, uno di 140 mq e uno di 70 mq, sono completamente realizzati con il total living Febal Casa in via Fatebenefratelli a Milano nello stesso stabile del flagship del brand. 

Massimo Moroni
—  Direttore Commerciale del Gruppo Colombini

Massimo Moroni, laureato in Economia Aziendale all’Università Bocconi di Milano, vanta una lunga esperienza a livello internazionale maturata nella gestione di filiali estere, in francia e negli Stati Uniti, di importanti aziende italiane nel settore del design.

Rientrato in Italia, ha ricoperto ruoli di crescente responsabilità presso Rosenthal Italia fino a diventarne Amministratore Delegato, ruolo che ha ricoperto successivamente anche presso Mutina, tra le più importanti aziende del design nel settore dei rivestimenti ceramici.

E’ attualmente Direttore Commerciale del Gruppo Colombini, azienda leader in Italia nel settore arredamento con i propri marchi Febal Casa, Rossana, Bontempi Casa, Ingenia, Colombini Casa, Offic’è e Colombini Group Contract, struttura specializzata nella progettazione e realizzazione di soluzioni chiavi in mano in ambito residenziale, hôtellerie e commerciale. Il Gruppo, che ha chiuso il 2021 con 270Mio di fatturato, vanta una superficie produttiva di circa 250 mila metri quadri, oltre 1.200 collaboratori ed una rete distributiva di oltre 4.000 punti vendita, di cui 200 negozi monomarca in vari paesi mondo.

Ti è piaciuto questo articolo?
Iscriviti alla nostra newsletter

Related news    Related news    
Related news    Related news    

Ti interessano i nostri contenuti?
Iscriviti alla nostra newsletter