Pittori d’Italia – Giovani, giovanissimi… anzi maturi

Dodici artisti, dodici voci, un’unica esperienza artistica

La pittura in Italia è tornata d’attualità, e la mostra “Pittori d’Italia – Giovani, giovanissimi… anzi maturi” ne è una testimonianza. Inaugurata ieri alla Galleria Antonio Colombo, questa esposizione curata da Ivan Quaroni presenta una selezione di dodici artisti italiani, ciascuno dei quali rappresenta una sfaccettatura unica del panorama pittorico contemporaneo.

La mostra riunisce artisti giovani e meno giovani, creando un dialogo tra diverse generazioni e stili pittorici. Tra i partecipanti troviamo 108 (Guido Bisagni), Nicola Caredda, El Gato Chimney, Jacopo Ginanneschi, Agnese Guido, Dario Maglionico, Fulvia Mendini, Riccardo Nannini, Silvia Negrini, Silvia Paci, Paolo Pibi, e Melania Toma. Questi artisti provengono da varie regioni d’Italia e, in alcuni casi, hanno vissuto o vivono ancora all’estero, dimostrando che il genoma della pittura italiana è variegato e contaminato.

Come sottolineato da Giorgio De Chirico, “Il problema della pittura (l’arte più difficile che ci sia) non si risolve a chiacchiere e facilonerie”. La selezione dei pittori di questa mostra non si basa su presupposti anagrafici, ma sulla qualità delle loro opere. Secondo Federico Zeri, “Viviamo in un paese in cui ciascuno crede di sapere qualcosa di pittura, e quindi di poter dire la sua”, ma solo un occhio esperto può davvero apprezzare e distinguere la qualità.

Ivan Quaroni, curatore della mostra, condivide questa visione e ha scelto di presentare artisti che incarnano la devozione verso il più antico dei linguaggi visivi. Il titolo “Pittori d’Italia” e il sottotitolo ironico “Giovani, giovanissimi… anzi maturi” riflettono un tributo all’arguzia di Ennio Flaiano e il suo celebre paradosso, evidenziando il labile confine tra il vero e il falso.

Le opere esposte spaziano tra la figurazione e l’astrazione, creando un “zodiaco” artistico in cui ogni artista rappresenta un segno distintivo. La mostra non vuole essere un atlante esaustivo della pittura contemporanea italiana, ma piuttosto un compendio minimo, un laicissimo Libro d’Ore, dove la diversità degli stili e delle tecniche pittoriche è celebrata.

Gli artisti selezionati rappresentano una variegata congerie di stili e tendenze, che attraversano tutto lo spettro espressivo della pittura. Da 108, noto per le sue opere astratte, a El Gato Chimney, con il suo stile surrealista, ogni artista contribuisce con una voce unica al coro della pittura italiana contemporanea.

La mostra è un’occasione imperdibile per esplorare la ricchezza e la diversità della pittura italiana oggi. Visitatori e appassionati d’arte sono invitati a immergersi in questo viaggio visivo, dove la tradizione si incontra con l’innovazione e la giovane energia creativa si mescola con la maturità artistica.

mostra
Pittori d’Italia. Giovani, giovanissimi… anzi maturi
Date
28 May 2024
19 Jul 2024
Related news    Related news    
Related news    Related news    

Ti interessano i nostri contenuti?
Iscriviti alla nostra newsletter