ECAL x Marsotto: il nuovo capitolo della collaborazione

Quello tra Marsotto ed ECAL è un sodalizio ormai consolidato, che dal 21 ottobre al 23 dicembre torna protagonista negli spazi dello showroom di Largo Treves 2, nel cuore di Brera Design District. Per l’occasione verrà presentata una mostra dedicata alla collezione sviluppata in collaborazione  con gli studenti del Master avanzato in Design for Luxury and Craftmanship, guidati da noti designer internazionali. Inoltre sarà esposta e disponibile alla vendita un’accurata selezione di orologi e accessori per la casa, creati dal 2018 ad oggi. 

Come è nata la collaborazione di ECAL con Marsotto?

La passione nel ricercare soluzioni originali e nuove declinazioni della materia ha maturato in noi la voglia di ampliare gli orizzonti, è nato così nel 2018 il progetto Marsotto LAB. Una piattaforma innovativa di ricerca, rivolta a giovani talentuosi aspiranti designer. Per le prime edizioni Marsotto LAB ha affidato lo sviluppo del progetto ad ECAL/Ecole cantonale d’art de Lausanne, prestigioso istituto di formazione artistica e di design tra i più noti al mondo, ed in particolare agli studenti del master avanzato in Design for Luxury and Craftsmanship.

Quanto è importante per un’azienda come Marsotto attivare sodalizi sperimentali come questo?

Marsotto ha fortemente creduto nella sua cultura d’impresa facilitando da sempre relazioni e sinergie. È un vero privilegio per noi poter sperimentare e collaborare con istituti, università e designer di altissimo livello. È un modo per apprendere e allo stesso tempo mettere a disposizione un’antica tradizione. L’ambizione è lasciare una traccia contemporanea in un materiale antico e nobile.

Dal 21 ottobre al 23 dicembre, presso lo showroom Marsotto di Brera, verrà svelata la nuova collezione realizzata insieme agli studenti del Master avanzato in Design for Luxury and Craftmanship, guidati da noti designer internazionali. Quali sono i dettagli del progetto?

Gli studenti del Master in Design for Luxury and Craftsmanship, guidati nel corso della collaborazione, successivamente da Jaime Hayon, Pierre Charpin e Tomáš Král, dopo aver visitato la nostra realtà produttiva, dotata di impianti tecnologici d’avanguardia, ed aver osservato l’applicazione di antiche tecniche di finitura e lavorazioni artistiche, hanno ideato una collezione ricercata ed originale di orologi e accessori per la casa, valorizzando le proprietà del marmo, in un dialogo curioso tra contesti geografici e culturali diversi.

Questo progetto rappresenta un esempio virtuoso di come un’azienda come Marsotto si avvicina al mondo delle università, fornendo ai futuri designer gli strumenti per comprendere e padroneggiare il mondo della pietra naturale. Università e aziende dovrebbero dialogare sempre di più in futuro?

Siamo convinti che tali collaborazioni siano d’importanza fondamentale per entrambe le aziende e le università, solo così potremo preservare e migliorare l’eccellenza della qualità Italiana. Da sempre il delicato equilibrio tra maestria produttiva (intesa sia come artigianale che industriale) e genio creativo è stato il fondamento dell’architettura e delle arti applicate basti pensare al modus operandi di grandi maestri del passato come Palladio o Brunelleschi o in epoca più recente all’operato di grandi architetti come Carlo Scarpa, Giò Ponti e Caccia Dominioni.

 

Ti è piaciuto questo articolo?
Iscriviti alla nostra newsletter

Related news    Related news    
Related news    Related news    

Ti interessano i nostri contenuti?
Iscriviti alla nostra newsletter