La Casa degli Artisti di Via Garibaldi

La storia della Casa degli Artisti ha inizio nel 1909 con i Fratelli Bogani, mecenati che ospitavano in questo immobile studi e atelier.

A partire dallo scoppio della Seconda Guerra Mondiale, e con la loro morte avvenuta negli anni ’30, il destino di questo luogo è stato triste, un susseguirsi di decadenza e occupazioni abusive.

Negli anni ’70 la Casa visse un momento felice, quando un gruppo di artisti (tra cui Luciano Fabro, Hidetoshi Nagasawa e la critica e storica dell’arte Jole De Sanna) vi si insidiò dando nuovo slancio al panorama creativo della città.

Dopo 110 anni la Casa degli Artisti torna ad una nuova vita. Grazie alla collaborazione e alla sinergia tra l’amministrazione e alcune realtà territoriali, ed al passo decisivo con la firma del contratto di concessione tra il Municipio 1 del Comune di Milano e l’insieme delle associazioni vincitrici del bando pubblico, finalmente questo spazio torna a vivere mantenendo il focus sull’arte e sulle residenze artistiche.

Ti è piaciuto questo articolo?
Iscriviti alla nostra newsletter

Related news    Related news    
Related news    Related news    

Ti interessano i nostri contenuti?
Iscriviti alla nostra newsletter