Casa degli Artisti

Via Tommaso da Cazzaniga, angolo, Corso Garibaldi, 89/A, Milano

District area: Moscova
Orari
Contatti

La Casa degli Artisti di Milano nasce nel 1909 su iniziativa dei fratelli Bogani, mecenati innamorati dell’arte, per ospitare laboratori e atelier. Fin dai primi anni vede un’intensa frequentazione di artisti di varie discipline. Dopo le alterne vicende storiche della prima metà del Novecento, nel secondo dopoguerra, riprende l’attività artistica nella Casa - divenuta nel frattempo di proprietà del Comune di Milano.
Alla fine degli anni Settanta, la presenza di artisti di fama internazionale come Luciano Fabro, Hidetoshi Nagasawa e la critica e storica dell’arte Jole De Sanna danno nuovo slancio artistico, con mostre collettive dedicate a giovani artisti emergenti, relazioni con altri spazi no profit della città e il restauro dei Bagni misteriosi di Giorgio De Chirico del 1994.
Dal 1988 una parte del piano terra viene occupata dal Csoa Garibaldi, mentre in altri spazi continuano ad operare gruppi di artisti, artigiani e liutai. Nel 2007 la Casa degli Artisti viene sgomberata e quindi messa in sicurezza a causa delle condizioni di precarietà strutturale in cui versava. 
Casa degli Artisti riapre oggi - a 110 anni dalla sua nascita - per confermare la sua natura di bene pubblico, prezioso per la città e per il mondo artistico e dare vita a un centro di residenza, produzione e fruizione aperto alla città.
Un luogo di incontro, riflessione e creazione con sguardo interdisciplinare e internazionale che vuole porre al centro della sua attività lo studio e il lavoro, sostenendo la pratica di artisti nell’ambito delle arti visive, performative, sonore, digitali, applicate, del cinema, della fotografia, della letteratura e del pensiero. Un luogo per promuovere la ricerca, la formazione e la produzione; per sviluppare la dimensione personale e corale del lavoro; per produrre progetti culturali rivolti ad un pubblico il più ampio possibile. Un luogo che lavori sulla sfera pubblica e sullo spazio urbano, grazie anche allo scambio tra i diversi attori dell’arte, della società e dell’impresa.

Raggiungibilità

MM2
Tram/Bus: 43, 57, 94

Come raggiungere