Ceramiche Cotto d’Este: 30 anni di innovazione, creatività e passione

Cotto d’Este ha esordito nel mercato della ceramica nel 1993 con un intento preciso e ambizioso: conferire unicità ad un processo per definizione standardizzato, quello della produzione industriale, realizzando piastrelle e lastre in ceramica che rappresentano canoni di qualità, bellezza e ricercatezza assoluti.

Cotto d’Este ha esordito nel mercato della ceramica nel 1993 con un intento preciso e ambizioso: conferire unicità ad un processo per definizione standardizzato, quello della produzione industriale, realizzando piastrelle e lastre in ceramica che rappresentano canoni di qualità, bellezza e ricercatezza assoluti.

Fin dalle sue origine, Cotto d’Este ha tratto ispirazione da precisi riferimenti stilistici: ville estensi e palazzi nobili dove il cotto artigianale è il prodotto tipicamente utilizzato, hanno guidato il brand attraverso la realizzazione di manufatti che incarnano quella bellezza e unicità, seppur adottando processi di produzione industriali.

Perseguendo gli obiettivi e le ispirazioni con il quale il brand è nato, negli anni Cotto d’Este ha collezionato diversi primati. Nel 2007 il brand ha introdotto, per la prima volta in assoluto nel settore della ceramica, la decorazione digitale, presentando una collezione di piastrelle dall’effetto marmoreo. Nel 2016, poi, ha lanciato sul mercato una collezione di ceramiche da parati, la Wonderwall, opere d’arte per decorare gli ambienti interni garantendo resistenza, qualità, praticità e, soprattutto, bellezza.

L’obiettivo originario di Cotto d’Este di rivoluzionare il settore, non è mai cessato. Il 2023, infatti, oltre a celebrare i 30 anni del brand, ha portato con sé due importanti riconoscimenti. Il primo racconta la grande sensibilità di Cotto d’Este per il tema della sostenibilità ambientale, obiettivo primario del brand da sempre. 

La collezione Pura, infatti, è stata premiata all’ottava edizione degli Archiproducts Design Awards come eccellenza del design mondiale nella categoria Sostenibilità.

Pura è la collezione che meglio sintetizza i valori del brand: una serie che si presenta con un’estetica sofisticata, una forte matericità e grandi potenzialità progettuali tra l’eccellenza di Kerlite 6plus (6,5 mm) – le grandi lastre ultrasottili fiore all’occhiello della proposta di Cotto d’Este -, il gres spessorato 14 mm e il gres per outdoor 20 mm. 

Il Sustainability Award di Archiproducts è stato assegnato a Pura per la scelta di un processo produttivo attento alla riduzione dell’impatto ambientale e per la sua appartenenza al progetto THINk ZERO. Le lastre ceramiche ultrasottili di Cotto d’Este, infatti, permettono di utilizzare meno materie prime e, di conseguenza, meno acqua e meno energia, riducendo fortemente le emissioni di CO2

Anche nei formati più spessi delle lastre ceramiche, l’impegno di Cotto d’Este nella realizzazione di un prodotto sostenibile non è cessato: dalla scelta di elementi naturali, all’utilizzo del 40% di materiale riciclato nell’impasto, fino al recupero del 100% dell’acqua utilizzata in fase di produzione.

Il secondo importante riconoscimento del brand, invece, è un primo passo verso il Compasso d’Oro 2024. La collezione Pura, infatti, è stata ufficialmente selezionata all’interno della categoria Design dell’Abitare dell’ADI Design Index 2023, la preselezione dei migliori prodotti e servizi di design italiano in concorso per il Compasso d’Oro.

Ispirata alla pietra limestone, Pura è una celebrazione di naturalezza, equilibrio e misura, e si distingue per le inedite sensazioni tattili che restituisce, per la texture, i colori e la grana tipica delle pietre calcaree e le incredibili performance tecniche.

“La selezione da parte dell’Osservatorio Permanente del Design arriva proprio nell’anno in cui Cotto d’Este celebra 30 anni di storia. Una storia di innovazione, ricerca creativa e amore per la bellezza che ha condotto il brand alla creazione di collezioni uniche, dalle alte prestazioni tecniche e caratterizzate da un fascino senza pari. Elementi, questi ultimi, che ritroviamo perfettamente in Pura, in cui l’estetica favorisce un senso di equilibrio e benessere e le caratteristiche tecniche assicurano longevità e sicurezza”  ha dichiarato Bruno Buratti, brand manager di Cotto d’Este

I riconoscimenti arrivati quest’anno, sottolineano ancora una volta il lungo e incessante lavoro di ricerca e innovazione che Cotto d’Este porta avanti da ormai 30 anni.

Did you like this article?
Subscribe to our newsletter

Related news    Related news    
Related news    Related news    

Are you interested in our content?
Subscribe to our newsletter