Brera Design District è un progetto di Studiolabo appartenente a Milano Design Network
EN IT
      LINGUA:  
Con il patrocinio del Comune di Milano

Brera Design District è il più importante distretto di promozione del design in Italia, punto di riferimento internazionale e centro dello sviluppo creativo, commerciale e culturale di Milano.

Le iniziative che animano Brera Design District nascono da un sistema organizzato di azioni di marketing territoriale gestite da Studiolabo, con l’obiettivo di riunire e promuovere le attività commerciali nel settore dell’arredamento, i professionisti del design industriale contemporaneo, arricchendosi delle risorse storico-artistiche della zona.

Brera Design District si impegna a implementare il settore del design sostenendo i suoi punti di forza: cura del dettaglio, tradizione artigiana, cultura del fare, progettualità. Allo stesso tempo propone un modello di sviluppo e di divulgazione, più avanzato, sfruttando le leve strategiche proprie dell’industrializzazione contemporanea: distribuzione, promozione, comunicazione, connettività.

Connettendosi al distretto, le imprese rafforzano la propria identità e divulgano la propria offerta in maniera capillare e impattante. Se dal punto di vista strettamente produttivo infatti la lunga tradizione artigianale è un valore aggiunto e trainante nel settore del design, il pensare strategico di “stampo industriale” permette al brand Brera Design District di veicolare le imprese ad una velocità maggiore, connettendosi alle realtà produttive internazionali.

Brera Design District, per il ruolo che riveste e il contributo che offre nel promuovere Milano come punto di riferimento e vetrina internazionale per il sistema-design, è sostenuta da Istituzioni e Autorità: Patrocinio del Comune di Milano – Assessorato Cultura, Moda e Design, Assessorato Commercio, Turismo, Attività produttive e Marketing territoriale, AIS/Design - l’Associazione italiana degli storici del design.

I PROMOTORI

STUDIOLABO www.studiolabo.it

Studiolabo è una società milanese, attiva sul territorio dal 2003, che si occupa di design della comunicazione e di concept design. Offre servizi di consulenza, progettazione ed esecuzione grafica (siti web, applicazioni, etc…) studia e gestisce la produzione e la promozione di eventi commerciali o di divulgazione culturale, operando sia nell’ambito del design e arredamento sia in quello artistico. Offre servizi con l’obiettivo di mettere in rete e di condividere il know how tra aziende, professionisti e agenzie di comunicazione, attive nel settore.

FUORISALONE.IT www.fuorisalone.it

Fuorisalone.it è una piattaforma web creata nel 2002. È l’unico motore di ricerca ufficiale che permette all’utente di informarsi sugli espositori in città e sugli eventi in programma durante la settimana del design a Milano. Fuorisalone.it offre anche strumenti interattivi per gli utenti e per le aziende e i designer aderenti, approfondimenti e spunti diventando così contenitore di una memoria storica e collettiva condivisa, per tutte le edizioni e gli avvenimenti.

MILANO DESIGN NETWORK

Milano Design Network è un contenitore di esperienze e progetti sviluppati negli anni da Studiolabo sul tema diffuso del Design, un sistema integrato al servizio dei clienti per conoscere, promuovere e pianificare attività di comunicazione e strategie di marketing legate al mondo del Design. Vede all'attivo 12 progetti indipendenti, una community di 35.000 utenti raggiunti e un sistema rete con università, centri di ricerca, aziende, editori e operatori del settore design, moda, real estate, arte.

DICONO DI NOI


Chiara Luzzana

“Brera è musica ancor prima di iniziare a comporla. Grazie alle sue sfumature acustiche, alle contraddizioni tra vita notturna eccentrica e mattinate che trasudano di passione artistica,ho potuto realizzare la colonna sonora di Milano. Ho camminato le sue vie all’alba, ascoltando e registrando il silenzio, la vita che nasce, e nel vociare di studenti ricchi di ambizioni e speranze, ho trovato il senso di Milano: un fermo immagine, tra passato e presente, che la immortala nelle mie orecchie come un futuro tutto da ascoltare.”

Edizione 2016 - Chiara Luzzana ha registrato i suoni di Brera Design District per il suo progetto "The Sound of City"


Dimore Studio

“Brera è rimasto un piccolo quartiere in centro città dove tutti si conoscono e per il quale, durante il Salone, diventa quasi un’enorme zona pedonale dalla quantità di gente che transita per le piccole vie. Da più di 10 anni ormai presentiamo in via Solferino con la grande fortuna di poter palpare l’energia creativa, internazionale e positiva che si crea nella strada in quei giorni.”

Edizione 2016 - DIMORESTUDIO (Emiliano Salci e Britt Moran)


Matteo Thun

“Brera è casa mia. Abito e lavoro qui da 30 anni. Sono le cene alla Latteria di San Marco, simbolo della semplicità della cucina italiana e le chiacchierate all’edicola, una delle più antiche di Milano, che mi fanno sentire a casa qui. Durante il Fuorisalone Brera si anima, si riempie di persone, di creatività, di vita, di entusiasmo... di quest’atmosfera effervescente creativa. Siamo una grande famiglia in Brera che durante il Fuorisalone si allarga...e questo è bellissimo!”

Edizione 2016 - Matteo Thun


Luca Nichetto

“Brera è la zona più interessante del Fuorisalone, perché porta tutto nel centro di Milano. Ho scelto di stare nel Brera Design District perché quel che mi interessa non è solo creare l’evento, ma far respirare al pubblico il clima e le atmosfere che offre l’intero distretto. Un mix di internazionalità, edifici storici, appartamenti, cortili e, in generale, luoghi che altrimenti il pubblico non avrebbe la possibilità di visitare.”

Edizione 2015 - Luca Nichetto ha esposto nel Brera Design District con il brand Kinnarps (Largo Treves 5), per Verreum (via dell’Orso 12) e da Foscarini Spazio Brera (via Fiori Chiari 28).


Patrick Tuttofuco

“Brera è stato il luogo dove mi sono formato, e dove si è formata la mia generazione. È stato il mio “dojo”, la mia palestra. Nel voler portare avanti un progetto che parla anche di identità e della mia storia personale, è stato per me abbastanza naturale scegliere il Brera Design District dopo tanti anni spesi all'estero. È stata una questione sentimentale, quasi come andare a trovare un parente lontano, a cui hai sempre voluto bene, dopo tanti anni che non lo vedi.”

Edizione 2015 - Patrick Tuttofuoco ha esposto in Piazzetta Brera la sua scultura “Mom & Dadf” durante la settimana del Fuorisalone


Piuarch

"Brera è un luogo pieno di suggestioni. Qui abbiamo il nostro studio, in una ex tipografia che oggi è un grande open space diviso su due piani, al centro di un cortile pieno di storia in cui lavorano 40 persone, tra architetti e ingegneri, da tutto il mondo. Il Fuorisalone nel Brera Design District beneficia di un contesto che non ha eguali, si arricchisce dei valori presenti e contribuisce a dare ancora maggior centralità a questa zona di Milano: inequivocabilmente la destinazione per i progetti di maggiore valore per chi ha da consegnare al pubblico un racconto di qualità."


Aldo Cibic

“Forse la mia opinione su Brera è un po’ di parte in quanto è da quando sono venuto a lavorare a Milano, alla fine degli anni ’70, che ho sempre avuto casa e studio in questa zona. Mi posso, per questo motivo, considerare a tutti gli effetti un testimone di come in questi anni questa parte della città si sia modificata, e perché mi piace ancora stare qui.
L’aver deciso di formalizzare il Brera Design District la trovo un’operazione che definisce più chiaramente una polarità e le sue caratteristiche, che oltre al fatto specifico relativo al design, porta avanti un processo virtuoso di valorizzazione della città per cui chi vive e chi lavora nel Brera Design District percepisce un maggiore senso di appartenenza e ha tutti i motivi per innalzare continuamente la qualità del quartiere e dell’offerta.”

Aldo Cibic propone una personale riflessione sul tema dell'edizione 2014, sottolineando che “Viviamo in un momento di grandi cambiamenti in cui si sta rimettendo in discussione la cultura del progetto a vari livelli, compreso quello del design. Se vogliamo pensare al futuro bisogna guardare al passato per capire quello che c’è stato di buono e di interessante e che ci può essere di nuovo utile; bisogna cercare di capire bene il nostro tempo e le gerarchie dei bisogni che la nostra progettualità può provare a soddisfare.”

Edizione 2014 - Aldo cibic ha esposto nel brera design district in Galleria Antonia Jannone C.so Giuseppe Garibaldi 125


Giulio Iacchetti

“Quando arrivati a Milano il quartiere di Brera rappresentava l'evazione dalla periferia dove abitavo, il luogo dove poter passare un piacevole pomeriggio tra la Pinacoteca e le sue belle vetrine. Forse in quelle stradine che impongono un andamento lento rivivevo l'atmosfera del paese che avevo lasciato per l'avventura milanese.
Negli anni scoprii sempre di più la sobrietà e l'eleganza che constraddistinguono il quartiere, e esposizioni di design dei suoi showroom erano (e lo sono ancora) un catalogo aperto dove potersi informare e formare alla scuola dei grandi brand.
Brera è un coacervo di valori, bellezza, progetto: le antiche botteghe artigiane hanno ceduto il passo a chi oggi artigianalmente pensa e progetta, vedi l condensarsi in quel quartiere di studi professionali di affermati e giovani designer, architetti, grafici e illustratori... anche questo fatto è segno di sincera vitalità.

“Brera rappresenta un unicum nella città: lì sei certo di trovare idee, progetti, visioni che restituiscono lo spirito più genuino e autentico del fare progetto oggi a Milano.”

Giulio Iacchetti ha esparto nel brera design district da ASAP C.so Garibaldi 104

SERVIZI E PIANO DI COMUNICAZIONE

OBIETTIVI RAGGIUNTI CON L'EDIZIONE 2016

La sesta edizione di Brera Design District è stata un vero successo per la città di Milano e per gli stranieri in visita e non sono solo i numeri a dimostrarlo: 295 brand in esposizione, 160 eventi a calendario.

Il 2016 ha visto la massiccia partecipazione del pubblico, descritto come “composto e interessato”, eterogeneo e internazionale.
Partecipare vuol dire esserci, Brera Design District ha ospitato 230.000 visitatori in 6 giorni, ma partecipare vuol dire anche condividere. I social network hanno registrato un dato inconfutabile di questo successo: 7.000 follower su profilo Instagram di Brera Design District hanno fatto circolare 22.288 foto con #breradesigndistrict durante la design week, mentre su Facebook oltre 9.300 iscritti hanno letto, condiviso e commentato esposizioni, argomenti e temi nel distretto. Tutto questo ha permesso a Brera design District di raggiungere l’obiettivo preposto: diffondere la cultura del progetto.

RICONOSCIMENTI E COLLABORAZIONI INTERNAZIONALI

Nel 2013 Brera Design District ha ricevuto due importanti riconoscimenti dall’estero, selezionato dalla Dragon Design Foundation come case history per le conferenze del World Green Design Forum a Yangzhou 2013 e del China Beijing International Fair for Trade in Services 2013 di Pechino.

Dopo l'esperienza cinese anche l’Università di Design di Santiago del Cile, ha selezionato Studiolabo come unica agenzia di comunicazione internazionale per presentare le case history delle piattaforme Fuorisalone.it e Brera Design District all'interno di un palinsesto di eventi legati al Mese del Design del CNCA.

Top